Ortottica

ortotticaL'Ortottista - Assistente in Oftalmologia è il professionista sanitario della riabilitazione che lavora in campo oculistico.

Formazione: laurea triennale in ortottica ed assistenza in oftalmologia (Facoltà di medicina e chirurgia).

È specializzato nella prevenzione, valutazione e riabilitazione dei disturbi visivi e nell’esecuzione di tutti gli esami oftalmologici.

Si trova spesso al fianco dell’oculista, sia in ambito privato che pubblico, ma talvolta si trova a collaborare con altre figure professionali in campo riabilitativo (DSA, problematiche visuo-posturali, ipovisione).

La valutazione ortottica mira a diagnosticare la presenza di anomalie a carico dell’apparato muscolare dell’occhio (alterazioni a carico dei muscoli oculari, deficit dei nervi che comandano tale muscolatura), le alterazioni che da questi derivano (visione doppia, confusione, strabismo, ambliopia o “occhio pigro”, paralisi oculari…) e disporre il trattamento adatto al disturbo riscontrato.

Essa comprende la valutazione dell’acuità visiva (quanto si vede) della convergenza e di tutti i movimenti oculari, dell’accomodazione (capacità di metter a fuoco), del senso di tridimensionalità (stereopsi). Inoltre attraverso test visuo-percettivi e visuo-posturali, valuta la funzionalità del sistema visivo: non si ferma a ricercare quanto più piccolo un soggetto riesce a vedere delle immagini (quantità visiva) ma si concentra soprattutto sulla percezione visiva, aspetto qualitativo e fondamentale della visione.