Osteopatia

osteopatiaMedicina non convenzionale riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che non sostituisce ma si integra con la medicina convenzionale potenziandone gli effetti.


Si fonda sui seguenti princìpi:

Unità corporea – il corpo funziona come un’unità; tutti i sistemi del corpo sono in interrelazione e i disturbi di un sistema sono in grado di alterare il funzionamento di altri sistemi, apparentemente distanti o scollegati. Il nome Osteopatia viene dal fatto che il fondatore dell’Osteopatia aveva considerato come fondamentale il benessere dell’apparato muscoloscheletrico, in grado di influire sullo stato di salute degli altri sistemi e in grado di manifestarne le patologie.

  • Autoguarigione – il corpo ha una naturale tendenza verso lo stato di benessere, la capacità di resistere alla malattia e di guarire se stesso

Correlazione tra struttura e funzione – la struttura e la funzione di quella struttura sono inseparabili e interdipendenti

  • Approccio causale e non sintomatico – l’osteopatia non si prefigge di cercare la malattia, ma la salute, in altre parole, non si occupa tanto del sintomo, quanto di ciò che lo ha provocato e soprattutto si preoccupa di mettere il soggetto nelle condizioni di reagire nel migliore dei modi per recuperare il proprio equilibrio interno

  • Come lavora l’osteopata…

Raccoglie informazioni dettagliate sul motivo che ha portato il paziente a chiedere il suo aiuto, e su eventuali problemi incontrati in precedenza

Esegue una valutazione del paziente, osservativa e manuale

In base ai dati che ha raccolto effettua un trattamento con tecniche specifiche

Rivede il paziente a una distanza di tempo che ritiene utile per sostenerlo nel suo processo di autoguarigione e riequilibrio


  • Quando rivolgersi all'osteopata:

dolori alla schiena (cervicale, dorsale, lombare)

dolori alle articolazioni, acuti o cronici

dopo incidenti o cadute e dopo interventi chirurgici

in gravidanza e nel post-parto

cefalea e disturbi del sonno

malattie degenerative del sistema nervoso, in affiancamento alle terapie mediche e alla fisioterapia


Osteopatia rivolta ai bambini....

....perchè?

In ambito pediatrico lo scopo primario dell’osteopatia è la prevenzione: l’obiettivo è mettere il bambino nella condizione di accedere a pieno a tutte le sue potenzialità di sviluppo, senza limitazioni. A questo scopo, con manovre dolci e mai dolorose, vengono riequilibrate piccole tensioni o limitazioni di movimento che gli impediscono di esprimersi a pieno o che in qualche modo influiscono in modo negativo sul suo globale stato di salute.

I bambini affrontano un viaggio di 9 mesi che si conclude con un passaggio importantissimo, il parto. In questo tempo si possono verificare intoppi di qualunque genere, dalle malattie della mamma in gravidanza, al malposizionamento in utero, a difficoltà nel parto. Tutto questo si ripercuote in misura maggiore o minore sullo stato di salute del neonato. Piccoli disturbi nella regolazione dei ritmi circadiani (sonno/veglia) o del transito intestinale sono nella norma, ma se persistono o sono esagerati, potrebbero essere legati a qualcosa che non è una malattia, ma una funzione lievemente alterata che il bambino da solo non riesce a riorganizzare.


I motivi di consulto sono i più vari…qualche esempio:

  • Difficoltà al momento del parto, parto prematuro
  • Difficoltà nella suzione
  • Plagiocefalie
  • Disturbi del ritmo sonno-veglia
  • Disturbi relativi all’apparato digerente (reflusso gastroesofageo, coliche addominali)
  • Otiti e adenoiditi ricorrenti
  • Ritardi neuropsicomotori
  • Disordini nella dentizione decidua e definitiva
  • Allergie, dermatiti, asma
  • Cefalee
  • Dismorfismi dell’apparato muscolo-scheletrico (scoliosi, torcicollo congenito, piede torto, piede piatto o valgo, ginocchio valgo, ecc.)

In pratica….cosa si fa:

  • Raccolta dati:
    - storia della gravidanza, del parto e dello sviluppo neuropsicomotorio
  • Valutazione:
    - valutazione dell’adeguatezza del livello di sviluppo neuropsicomotorio all’età anagrafica
    - valutazione osteopatica
  • Trattamento*:
    - correzione delle lesioni individuate
    - “esercizi per casa”, che coinvolgono genitori e fratellini: adeguamento dell’ambiente domestico alle esigenze del bambino, igiene dell’educazione, proposte di stimoli specifici

* Il trattamento osteopatico prevede solo la correzione delle lesioni individuate, ma data la mia formazione in riabilitazione precoce dei disordini dello sviluppo neuropsicomotorio, ho ritenuto utile inserire gli “esercizi per casa”.

Contatti

  • Via Ivrea, 14
    10098 - Rivoli Cascine Vica (TO)
  • +39 011 953 9579
  • info@studiocaleido.it

Newsletter